l lavoro che cambia: Il robot contadino.

Robot cowboy: ecco Swagbot e se stai pensando a un film sui robot ambientato nel west, magari con tanto di robot umanoidi pistoleri siete fuori strada. Swagbot è un robot agricolo che promette di alleggerire il lavoro – difficile e faticoso – di contadini e allevatori. Un robot cowboy che lavora nei campi, in un ambiente dinamico e non protetto, dove l’imprevisto è sempre in agguato.

L’idea è venuta a un gruppo di ricercatori dell’Australian Centre for Field Robotics dell’Università di Sydney che hanno progettato e sviluppato Swagbot, un robot di campagna che si muove tra i pascoli e fa la guardia al bestiame. Scopriamo insieme le sue caratteristiche.

Robot cowboy: Swagbot protegge le mandriePartiamo dall’aspetto. Il robot cowboy Swagbot non ha una forma umanoide, somiglia al telaio di una macchina agricola. Si muove su ruote motrici e ha per “corpo” una scatola rettangolare con videocamera, batteria e sensori incorporati. Una specie di robot fuoristrada addestrato per sorvegliare e difendere mandrie e greggi dagli attacchi di lupi o altri predatori.

Come funziona il robot cowboy Swagbot. Il robot cowboy Swagbot è in grado di scortare mucche, pecore e cavalli su ogni terreno, anche su quelli più impervi e scoscesi. Raggiunge una velocità massima di 15-20 km/h e può persino attraversare fossati e corsi d’acqua disseminati lungo il percorso. Oggi Swagbot robot viene monitorato da un drone volante che ne controlla i movimenti, ma in futuro potrebbe essere possibile comandarlo a distanza con un tablet o un pc portatile.

Il robot cowboy Swagbot sarà in vendita dal 2018. Per ora, Swagbot è solo un prototipo ma presto potrebbe arrivare sul mercato, probabilmente entro il 2018. Costerà quanto un fuoristrada di fascia media, circa 30 mila dollari australiani, poco più di 20 mila euro. Nel frattempo, i suoi creatori sono al lavoro per migliorare le prestazioni del robot. L’obiettivo è dotarlo di sensori supplementari che gli consentano di riconoscere da solo le zone più adatte al pascolo e di monitorare le condizioni di salute del bestiame (capire, ad esempio, se una mucca è malata o ferita in base alla temperatura corporea o dal modo in cui cammina).

Il robot cowboy Swagbot e i robot contadino. Swagbot non è l’unico robot agricolo sviluppato dagli esperti di robotica dell’Università di Sydney. In cantiere ci sono anche altri prototipi, tra cui Ladybird, un robot contadino che è in grado di distinguere i diversi tipi di ortaggi e individuare i parassiti delle piante, e J3 Cub, un drone specializzato nel rilevamento di erbe infestanti.

 Dal sito: RobotiKo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.